Giovedì, 08 Giugno 2017 09:39

Insediamento nuova commissione fuoristrada

Scritto da 

Milano (7/6) - Già nominate dal Consiglio Federale del 28 aprile 2017, oggi, mercoledì 7 giugno, sono state insediate le Commissioni Tecniche Strada-Pista e Fuoristrada del quadriennio 2017-2020. L’insediamento è avvenuto presso gli Uffici della Struttura Tecnica federale in via Piranesi a Milano (Palazzo Coni) alla presenza del vice presidente Michele Gamba e del Segretario Generale, Maria Cristina Gabriotti. L’introduzione ed il saluto è avvenuto da parte del vice presidente Michele Gamba che ha sottolineato l’importanza dell’attività che attende ogni commissione, con un accento in particolare sul delicato lavoro con le categorie più giovani per una migliore crescita atletica e personale. Focus anche sui numeri, sempre più importanti, registrati dal settore Fuoristrada negli ultimi anni, che richiede quindi competenze e professionalità specifiche viste le varie specialità che lo compongono. Efficacia, trasparenza e correttezza, questi i concetti espressi dopo che il Segretario Generale, augurando buon lavoro, ha evidenziato ai componenti delle commissioni ed ai lori responsabili Ruggero Cazzaniga (Strada e Pista) e Paolo Garniga (Fuoristrada) il sostegno pieno della Struttura Tecnica. Le parole d’ordine che hanno guidato l’insediamento sono state quindi sinergia e multidisciplinarietà: non a caso l’insediamento è avvenuto nella stessa giornata con un momento di confronto che ha visto le commissioni condividere tematiche e argomentazioni, calendari, proposte e nuove idee, come passo verso un altro momento di crescita e di confronto. Per i presidenti Cazzaniga e Garniga il quadrienno che si sta aprendo rappresenta una continuità del lavoro fino ad ora svolto: i loro punti di vista Presidente Garniga, i numeri del Fuoristrada continuano a crescere “Pur essendo una realtà giovane rispetto alla strada e la pista, il fuoristrada ha un equilibrio. Vogliamo dare continuità al nostro lavoro ma anche innovazione: oggi i numeri è vero sono sempre più in crescita soprattutto tra i giovani. Consideriamo che le gare contano al via 400 iscritti e viste le varie specialità e le numerose categorie che vi partecipano, la gestione delle corse è fondamentale. Per esempio le donne potranno gareggiare distintamente nelle gare nazionali. Parliamo di linee guida. Quali sono le vostre “E’ basilare per noi dare forza al settore giovanile e dare una possibilità a tutti, senza esasperare l’attività. Continueremo gli stage con i commissari tecnici nazionali che sono un punto fermo della Federazione proprio per ribadire il concetto che bisogna fare tecnica fin dalla base. Dobbiamo continuare a fare formazione perché abbiamo bisogno di figure competenti considerate le diverse specialità che si aggiungono nel fuoristrada, praticamente ogni anno: il Gravel è l’ultima. Un dialogo confronto con le Commissioni strada-pista. “Siamo tutti Federazione Ciclistica Italiana con specificità e peculiarità divere. Oltre al prestito temporaneo dell’atleta sarebbe costruttivo avere atleti del fuoristrada anche su strada. Con Ciucci, ora consigliere federale, abbiamo aperto il settore giovanile all’attività del fuoristrada. Il risultato è stato che i piccolini, nei mesi di calma, possono provare altre discipline senza dimenticare che è giusto anche approcciarsi ad altri sport. Dobbiamo essere accattivanti soprattutto con i giovanissimi; sono loro poi i migliori promoter di questo sport”.

Letto 232 volte
Pietro Amelia

Responsabile MTB dal 2001.

Direttore Sportivo I Livello.

Atleta cicloamatore dal 1996 a tutt'oggi.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

Social

Le più popolari

Notizie Recenti